ANDORA FORUM
ENTRA VELOCEMENTE NEL FORUM DI ANDORA
ANDORA FORUM

TUTTO CIO' CHE RIGUARDA LA CITTADINA DI ANDORA


Non sei connesso Connettiti o registrati

MENO TRENI IN RIVIERA RIVOLTA DEI SINDACI

Andare in basso  Messaggio [Pagina 1 di 1]

1 MENO TRENI IN RIVIERA RIVOLTA DEI SINDACI il Mer Mar 25, 2009 1:42 am

Andora: meno treni in Riviera, la rivolta dei sindaci


Sindaci del ponente sul piede di guerra contro Trenitalia. Per ovviare la crisi economica che si fa sentire sempre più pesantemente, arrivano i tagli anche al servizio di trasporto. Da metà giugno, se il governo confermerà il taglio di 600 milioni di euro a livello nazionale a Trenitalia, gli intercity provenienti da Milano avranno come capolinea anticipato la stazione di Savona se non addirittura quella di Genova.
Quindi, per raggiungere la Riviera, i turisti provenienti dal capoluogo lombardo dovranno controllare le coincidenze per il collegamento a Ponente e continuare la loro corsa, su treni regionali che li porterà a destinazione effettuando tutte le fermate delle varie stazioni ferroviarie.
Le proteste, vibranti, dei sindaci del ponente non si sono fatte attendere. "Scriverò una lettera a Trenitalia – ha anticipato in esclusiva a Savona News il sindaco di Alassio Marco Melgrati -. Diminuire piuttosto che potenziare i servizi, non solo è un disservizio ma sarebbe una decisione che andrebbe a penalizzare fortemente il turismo in Riviera. A pagarne le spese, saranno soprattutto i turisti del fine settimana. Non è pensabile – conclude Melgrati – che un villeggiante proveniente da Milano, per passare due giorni nella Baia del Sole, debba passare più ore su treni e nelle sale d’aspetto piuttosto che in spiaggia".
Ancora più incisivo l'intervento del sindaco di Andora Franco Floris: "E’ il solito metodo di questi anni dove si esclude il ponente da tutti e da tutto – esordisce il primo cittadno -. Si è visto con la realizzazione dell’Aurelia bis, con lo spostamento a monte della ferrovia del tratto Andora-Finale. Il ponente non viene considerato economicamente e territorialmente e invece ha grandi potenzialità che non devono essere trascurate. Questo è l’ennesimo incredibile provvedimento dove si assiste al più assoluto silenzio dei movimenti politici. E per questo motivo sono profondamente amareggiato. Per quanto riguarda i problemi di Trenitalia, - conclude Floris - mi auguro che il Governo riesca a trovare nuove soluzioni senza troppi tagli che inciderebbero negativamente sul turismo ponentino".
Alle proteste dei sindaci, Melgrati e Floris, quelli che da sempre vengono considerati i più carismatici del ponente potrebbero seguire poi quelli di altri amministratori pubblici e soprattutto albergatori che già avevano dovuto fare i conti, nei mesi scorsi con la cancellazione di diversi treni provienti dalla Francia e diretti in Riviera. "C'è la volontà da parte di Trenitalia - sottolinea Americo Pilati, presidente regionale di Federalberghi - di isolare sempre di più il ponente. E questa situazione certamente non possiamo accettarla".

Visualizza il profilo http://www.affarinstop.com

Torna in alto  Messaggio [Pagina 1 di 1]

Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum